Per chi lo scrivo

Questo lo scrivo per lei, che oggi ha bucato per me il tempo nebuloso e appiccicoso della pausa pranzo, che spesso promette kairos e si rivela chronos impietoso (se lo si guarda dal basso).

Lo scrivo per ritrovare il desiderio di scrivere, che non ha nulla a che vedere con gli immaginari destinatari del testo e neppure con la me che si siede e lo fa. E’ desiderio puro, etereo eppure così tangibile. E’ iniziare qualcosa senza sapere dove si va, ma sapendo come si fa. E’ un talento muliebre, vecchio quanto il tempo e nascosto alla vista di un ordine che non lo cura.

Scrivo perché sospinta, ché siamo tutte barchette bisognose di aliti di vento, leggere e imponderabili, sfuggenti agli strumenti che pretendono misurazioni impossibili.

Scrivo perché non sono sola, ma tutte scriviamo e qualcuna deve pur dirlo e farne un manifesto generale e io me ne prendo la briga. Anzi, il manoscritto lo porto poi in stampa alla Hogarth Press. Chissà se me lo pubblicano, ma bisogna puntare in alto, altrimenti ci annoiamo. Così mi ha detto pochi giorni fa la professoressa di chitarra di mia figlia e pensavo mi avesse fatto sorridere e invece mi ha fatto riflettere.

Scrivo perchè altrimenti voi non capite la potenza di queste donne e sarebbe un peccato. E’ una potenza che rigenera e sottrarvisi non è consigliabile.

Piano piano e di quando in quando scrivo e ri-scrivo. Per tutte noi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...